sabato

Natura MORTA

Lo fotografo anch'io: il misurato fascino dell'autunno


È  molto carino ma ad oggi non mi interessano le castagne, il foliage, i libri letti sul divano e sotto il plaid, un occhio alla tazza di the fumante e l'altro alla pioggerella nella bruma.

Le uniche cosa dell'autunno che mi stanno piacendo sono: la zucca in crema - o in risotto - e i multicolori crisantemi, che comunque non prendo perché a Milano non ho posto per i vasi e perché ad Alessandro non piacciono dato che gli ricordano i cimiteri.

Ho lo stesso problema con i cipressi: io li trovo bellissimi, lui li trova lugubri.

Ah, i maledetti pregiudizi!

giovedì

Appesa ad un filo

Chi non si è mai sentito così: appeso ad un filo di ragnatela, dondolando dondolando


Ah! L'autunno ...

mercoledì

L'intensità del seme

È chiaro che la vita di città ha i suoi gran privilegi, ma per soddisfare il bisogno di colori della natura, ricorro a efficaci succedanei come la lettura. Questo libro qui sotto per il momento non lo prenderò  ma solo perché ne ho tanti altri che mi aspettano pazienti sul famoso comodino.


Però questa copertina secondo me è un capolavoro.
© Rose semplici
Maira Gall